BARF

BARF

L’acronimo BARF significa Bones and Raw Food (dall’inglese: ossa e cibi crudi)

  • Alla base della Barf ci sono:
    – ossa ben coperte di carne 45%-50%
    – carne senza ossa 25%-30%
    – organi (cuore, fegato, rene, milza, polmone ecc.) 10%-15%
    – trippa verde (trippa ne lavata, ne cotta, ne sbiancata) 10%
    – frutta 5%-10%
  • Si integrare la Barf con altri alimenti, quali:-pesce-uova-frutta-olii-erbe-spezie

Le percentuali possono essere personalizzate in base ai gusti del cane

BARF

Come, con cosa, in quale quantità, far iniziare al nostro cane la dieta BARF

OSSA BEN COPERTE di CARNE:

Per iniziare la BARF si consiglia di dare ossa ben coperte di cane, ma morbide, (quaglia, piccione, pollo, anatra, faraona, coniglio, collo di tacchino, agnello da latte, agnello & capriolo prevalentemente costato, evitando le zampe)
La quaglia è perfetta per i cuccioli e i cani di piccola taglia. Con cani già adulti e di media/grossa taglia, possiamo iniziare con, collo di tacchino, pollo, anatra, faraona e coniglio.
Evitiamo ossa di bovino o equine, perchè hanno ossa troppo dure per i denti dei nostri cani.
Le ossa del tacchino sono particolarmente vetrose e con una struttura interna a nido d’ape, quindi inadatte, ecco perchè si danno solo i colli.
Agnello e capriolo, si inseriscono nella BARF in seguito, cioè quando il cane sarà abbastanza esperto nel masticare, digerire e frantumare bene ossa più grandi, si inseriranno dopo che il cane digerirà bene ossa di quaglia, pollo e coniglio.

!!! Per stare tranquilli, potete anche tritare il tutto con un tritacarne !!!

CARNE SENZA OSSA:

Ad eccezione di maiale e cinghiale, tutte le altri carni sono adatte.
Generalmente è meglio iniziare con un’unica proteina, quindi dello stesso animale.
Fate attenzione alla carne con troppo grasso può dare feci molli. Sopratutto nel macinato bovino,(che magari acquistate al vostro macellaio di fiducia, dicendogli che è per il cane) perchè principalmente è composto da scarti per lo più di grasso. Se notate dissenteria può essere sia quella la ragione e proverete con tagli più magri.

ORGANI:

Gli organi più importanti e che non devono mai mancare nella BARF, sono cuore e fegato (il fegato non deve superare il 5% della razione).
Altri organi che potete dare sono; rene, polmone, milza, corata di agnello, stomaci di pollo sia pieni che vuoti, facendo attenzione alle intolleranze verso i cereali del vostro cane.
Una volta che la BARF sarà ben avviata, potrete benissimo fare pasti composti solo da organi

Se il cane non gradisce gli organi, vi consiglio di farli a piccoli pezzi o tritarli insieme ad altri pezzi di carne.

TRIPPA VERDE:

La trippa agevola la digestione e la maggior parte dei cani la adora.

La trippa verde, non la troverete in un supermercato o sul banco di un macellaio, in quanto ne è vietata la vendita. Chiedetela a qualche allevatore che macella in proprio.

VERDURE:

Tutte le verdure vanno bene, ad eccezione di cipolla, scalogno, porro, pomodori, melanzane e peperoni, con moderazioni spinaci e bieta, senza esagerare i cavoli. Miscelate tranquillamente diversi tipi di verdure, ma sempre frullate, così da agevolarne la digestione.

!!! In generale evitate di partire già con le verdure !!!

PESCE:

Indispensabile l’apporto di Omega3 per il loro organismo. Il pesce è fondamentale.
Non solo pesce fresco, ma anche un buon olio di pesce, senza confonderlo con l’olio di pesce o con l’olio di fegato di merluzzo, quest’ultimo è, appunto, di fegato e non di merluzzo, ricco di Vitamina A, già presente nel fegato animale, quindi rischiate di caricare troppo di Vitamina A il cane.
Il pesce va obbligatoriamente congelato per almeno 96 ore prima di darlo e la sua % nella BARF è pari al 5%-10%.

UOVA:

Le uova possono essere inserite nella BARF sia crude che cotte e anche intere, guscio incluso (ricco di calcio), potete dare anche solo il tuorlo, evitando di dare il solo albume.

FRUTTA:

Può essere data , in piccole dosi, come extra. Da preferirsi quella meno zuccherina. Ok anche alla frutta secca. Da evitare assolutamente uva e noci macadamia (tossiche), pesche e fragole (troppo focose).

OLII:

Si posso aggiungere piccole dosi di olio, un cucchiaino ad ogni pasto. Preferibilmente olio di seni di girasole. Non sono tuttavia essenziali.

ERBE E SPEZIE:

Potete aggiungere a vostro piacimento qualsiasi spezia, evitando assolutamente il peperoncino, l’importante è non esagerare, è sufficiente un pizzico, particolarmente apprezzata dai cani la curcuma.

LA QUANTITA’ DI BARF :

La giusta quantità di BARF si ottiene calcolando il 3% del peso,forma del cane.
Naturalmente ogni cane ha un fabbisogno personale, che varia in base all’età, alla sua attività fisica, se vive all’aperto, se vive in casa, ecc., per le femmine sono importanti i periodi di estro.

Esempio :
– Cane adulto di 30 kg in peso forma, vita abbastanza attiva, percentuale del 3%. Questo cane mangerà 900gr di BARF al giorno:
45% di ossa ben coperte di carne 495gr

25% carne senza ossa 220gr

10% organi 90gr

10% trippa verde 90gr

5% frutta o pesce 5gr

!!! le % possono essere variate a piacere !!!

CONGELARE LA BARF:

congelare fa si che quasi tutti i batteri muoiano, mentre mantenerla nel frigo non ha questa funzione, quindi se preparate le razioni di BARF per diversi giorni, è preferibile congelarla, meglio ancora metterla nell’abbattitore, in questo caso tutti i batteri e i microorganismi moriranno.

No comments yet.

Lascia un commento